1.3.0 Misura Turismo

 

1.3.1 Intervento Ambientale

 

a) parco regionale

 

b) regio tratturo

 

PROPONENTI

   

Indice

 

 

 

 

 

 

Scheda turismo ambientale

 

 

 

Le tre Comunità Montane, due ricadenti nella Provincia di Benevento (Alto Tammaro e Fortore) la terza nella Provincia di Avellino (Ufita), sono attraversate, nel tratto Campano, dal Regio Tratturo Pescasseroli – Candela.  Questa parte del Tratturo è l’unica dell’intero percorso che versa in uno stato di degrado e non è utilizzato a fini turistici. Gli interventi proposti dalle tre Comunità Montane riproducono le esperienze poste in essere sui tratti ricadenti nel territorio Molisano e Pugliese.

Attraverso la metodologia della Sovvenzione Globale, si propongono le seguenti azioni:

- Il ripristino dello stato dei luoghi, mediante la rideterminazione dei confini, il ripristino dei muretti a secco e delle siepi di confine con le essenze autoctone di biancospino, acero montano, maggiociondolo ed altre;

- La captazione di sorgenti per la realizzazione di fontane ed il ripristino di quelle esistenti;

- La creazione di un “museo della transumanza” di tipo tradizionale, in edificio pubblico o privato, eventualmente da ristrutturare o adeguare, individuato in un centro urbano confinante con il tratturo;

- La redazione della mappa del tratturo e la elaborazione delle informazioni storiche e della evoluzione storico-culturale del tracciato, da inserire su supporto magnetico;

- La realizzazione di una guida botanica e faunistica per catalogare ed illustrare la flora e la fauna del Regio Tratturo che si differenziano da quelle delle aree circostanti in quanto il tracciato tratturale non è stato coltivato da millenni e su di esso si è originato un particolare ecosistema;

- Il censimento e la ristrutturazione di fabbricati pubblici e privati da adibire ad ospitalità a basso costo per l’escursionismo giovanile;

- La redazione di una mappa dei “punti sosta” e “punti ristoro” presso aziende agricole ed agrituristiche;

- La pubblicazione di una “guida” ai percorsi ed alle tradizioni religiose ed ai Santuari raggiungibili dal Regio Tratturo;

- La creazione di un centro di coordinamento per l’escursionismo religioso, da dislocare, possibilmente, presso chiesette rurali;

- La valorizzazione, mediante idonee iniziative, di villaggi turistici e campeggi, situati nelle vicinanze del Regio Tratturo;

- La ricerca, il restauro, la salvaguardia e trasposizione su mappa delle antiche pietre miliari riportanti gli stemmi feudali;

- La pavimentazione in pietra calcarea dei tratti di strade ricadenti sul tracciato tratturale;

- La redazione di una mappa dei tratturelli comunali di collegamento dei centri urbani con il Regio Tratturo ed il ripristino, dove necessario, della consistenza degli stessi;

- La valorizzazione delle zone archeologiche di Macchia di Circello, di Montegiove a Buonalbergo, di Aequum Tuticum ad Ariano Irpino.

- La realizzazione e posa in opera di idonea cartellonistica. 

    

 

Torna su