1.4.0 Misura Servizi

 

1.4.2 Intervento Formazione

 

a) formatori

 

b) nuove figure professionali

 

c) occupabilità

 

d) adeguamento competenze

 

e) imprenditorialità

 

f) imprenditoria giovanile

 

PROPONENTI

 

Indice

 

 

 

 

 

 

Scheda percorsi informativi

    

    

     

Gli enti di cui sopra, partendo da un’analisi dei fabbisogni formativi ed emergenti dall’implementazione del programma “Calidone” individuano le seguenti necessità formative a sostegno delle PMI:

a) di professionalizzare una task force di progettisti di attività formative in grado di monitorare costantemente i fabbisogni formativi emergenti e declinarli in precise linee di intervento;

b) di preparare nuove figure professionali funzionali al progetto;

c) di promuovere, attraverso iniziative formative mirate, azioni di politica attiva del mercato del lavoro;

d) di contribuire ad adeguare le competenze professionali dei settori tradizionali e strategicamente rilevanti dell’area;

e) di sostenere il tessuto delle piccole imprese locali.

 Pertanto indicano le seguenti linee di intervento suddivise in cinque assi strategici:

 

  

a) Professionalizzazione della task force di formatori

Beneficiari: funzionari delle associazioni di categoria, ecc..;

Azioni progettuali:

•Percorso di formazione-formatori

•Azioni di benchmarking funzionale;

Obiettivo: realizzare sul territorio una classe di formatori provenienti dalla pubblica amministrazione e dalle associazioni di categoria che possano garantire, nel tempo ed in loco, le azioni formative.

 

  

b) Formazione di nuove figure professionali

Beneficiari: giovani diplomati e/o neo-laureati Aree professionali target:

•Valorizzazione e gestione beni culturali (musei, pinacoteche, centri di cultura, laboratori musicali, ecc.);

•Valorizzazione e gestione beni ambientali (parco regionale del Taburno, aree DOC, ecc.);

•Salvaguardia ambientale;

•Marketing del territorio.

Linee progettuali:

•Percorsi formativi di lunga durata (Master);

•Percorsi di formazione tecnico-professionale (profili post-diploma)

•Azioni di follow up e refreshing (aggiornamento profili esistenti).

Obiettivi: Qualificazione dei lavoratori del comparto turistico.

 

  

c) Potenziamento dell’occupabilità

Beneficiari: giovani disoccupati e disoccupati di lunga durata.

Linee progettuali:

•Servizi di orientamento;

•Percorsi di formazione tecnico professionale;

•Azioni di riqualificazione;

•Interventi di formazione ed assitenza per la nascita di nuove imprese;

Obiettivi: Favorire l’inserimento nel mondo del lavoro di giovani disoccupati o disoccupati di lunga durata, compresi i lavoratori in mobilità ed in CIG. Favorire qualifiche finalizzate all’inserimento del mercato del lavoro dei disabili ed assistenza alla creazione di cooperative integrate.

 

  

d) Adeguamento delle competenze

I settori target:

•Adeguamento delle competenze per il settore agro alimentare;

•Adeguamento delle competenze nel settore tessile;

•Adeguamento delle competenze nel settore meccanico;

•Adeguamento delle competenze nel settore dell’artigianato artistico.

Azioni progettuali:

•Marketing, commercializzazione e distribuzione;

•Logistica;

•Innovazione;

•Controllo gestione;

•Sistemi informativi.

Obiettivi: Formazione di giovani diplomati e laureati mirata alla corretta gestione di strumenti ad elevato contenuto tecnologico nel campo delle applicazioni delle automazioni, dell’intelligenza artificiale e dei sistemi, nonché nei servizi e nel terziario avanzato.

 

  

e) Formazione imprenditoriale

Beneficiari: imprenditori delle PMI locali.

Azioni progettuali:

Seminari tematici su

•Marketing e commercializzazione

•Logistica

•Pianificazione e controllo

•Sistemi di qualità aziendali

•Sistemi informativi

•Introduzione dell’innovazione di prodotto e di processo •Gestione delle risorse umane.

Percorsi personalizzati di formazione-assistenza in azienda su

•Gestione e potenziamento della rete di vendita

•Gestione della logistica

•Impatto della contabilità industriale

•Introduzione del sistema di qualità aziendale

•Iniziative di benchmarking a livello locale e nazionale •Visite di studio 

•Materiali informativi e pacchetti didattici per l’autoapprendimento.  Formazione di nuova imprenditorialità tesa a favorire le pari opportunità, tra uomini e donne, nel mercato del lavoro.

 

   

f) Formazione imprenditorialità giovanile

 

Il Costo complessivo delle iniziative di cui sopra è di lire 4.000.000.000. 

 

Le azioni di cui sopra si collegano alle altre misure ( 1.1.0, 1.2.0, 1.3.0, 2.1.0, 2.2.0, 2.3.0, 3.1.0, 3.2.0, ) e per gli interventi ( 1.1.1, 1.1.2, 1.2.1, 1.3.1, 1.3.2, 1.3.3, 1.4.4, 1.4.5, 2.1.1, 2.1.3, 2.1.6, 2.2.4, 2.3.1, 3.1.1, 3.2.1, ) del programma Calidone sono riconducibili all’asse 1.4 del D.M. 1169 dell’8.10.1998 (vedi scheda Patto Territoriale di Benevento).

 

  

Torna su