1.4.0 Misura Servizi

 

1.4.3 Intervento Innovazione

 

a) Sistema di qualità

 

b) GIS

 

PROPONENTI

Comune di Benevento

Consorzio Artemide, I.T.I. srl.

 

 

Indice

 

 

 

 

 

 

Scheda innovazione

      

      

       

L’ente di cui sopra, costituitosi nel 1995, si propone di sostenere le PMI attraverso la ricerca delle risorse finanziarie disponibili tra fondi regionali, nazionali e comunitari.

Lo stesso, partendo da un’analisi dei fabbisogni di innovazione emergenti dall’implementazione del programma “Calidone” individuano le seguenti necessità innovative a sostegno delle aziende, degli enti nonché dell’intero sistema PRUSST:

a) di promuovere la cultura della qualità presso le singole aziende e le Amministrazioni Pubbliche, evidenziando i vantaggi in termini di efficienza e di promozione derivanti dalla implementazione di un Sistema di Garanzia della Qualità;

 1) implementare il sistema di garanzia della qualità presso le aziende, standardizzando e razionalizzando i processi e le procedure interne, permettendo loro di ottenere il certificato di garanzia della qualità secondo le norme UNI EN ISO 9000 – 1 – 2 – 3; 

2) implementare il sistema di garanzia della qualità in tutte le parti di Amministrazione Pubblica che hanno rapporti con le imprese (Uffici Tecnici –

Sportelli Unici per le attività produttive) per realizzare la qualità nell’intero sistema; 

3) promuovere il sistema nel suo complesso come sistema di qualità, sostenendo da un lato le imprese locali offrendo loro possibilità di inserirsi in mercati di prodotti di qualità, supportando dall’altro le politiche di marketing territoriale delle Amministrazioni Pubbliche, consentendo loro di attrarre investimenti ed insediamenti produttivi.  

 

a) La promozione della cultura della qualità 

Beneficiari: imprenditori e amministrazioni pubbliche.

Azioni progettuali:

- Percorso di seminari informativi;

- Approfondimenti settoriali e territoriali.

Obiettivo: sensibilizzare i soggetti privati e pubblici alla cultura della qualità, evidenziando i vantaggi competitivi per le imprese e per le Amministrazioni Pubbliche, essenzialmente di efficienza e di promozione dei propri prodotti e del proprio territorio.  

  

1 – 2) Implementazione del sistema di garanzia della qualità nelle imprese e nelle Amministrazioni Pubbliche.

Beneficiari: aziende aderenti al PRUSST e parti di Amministrazioni Pubbliche interessate Azioni progettuali:

- Formazione dei Valutatori Interni della Qualità e dei Responsabili interni della qualità

- Definizione delle procedure interne

- Definizione degli standards qualitativi da perseguire

- Adeguamento delle procedure agli standards qualitativi

- Produzione del Manuale della Qualità

- Monitoraggio delle procedure

Assistenza alle visite ispettive dell’Ente certificatore autorizzato Sincert 

Obiettivo: Implementare il sistema di garanzia della qualità nelle aziende e nelle Amministrazioni Pubbliche interessate al fine dell’ottenimento del certificato di garanzia della qualità secondo le norme UNI EN ISO 9000.  l’implementazione del sistema di garanzia della qualità porterà a vantaggi interni ed esterni al sistema PRUSST:

- aumento della qualità globale che si esplicita in un aumento della efficacia e della efficienza delle imprese e delle amministrazioni locali.;

- standardizzazione dei processi e delle procedure delle amministrazioni e delle imprese interessate al progetto con conseguente aumento della produttività;

- posizionamento di tutti i soggetti pubblici e privati su uno stesso livello elevato rispetto ai processi ed alle procedure, che permetterà una migliore possibilità di dialogo ed interazione, e di conseguenza una maggiore competitività interna;

- realizzazione degli standard imposti dalle norme ISO, che saranno, d’altra parte, il volano per la crescita globale dell’intero sistema in cui il PRUSST si posiziona;

- aumento di competitività verso l’esterno per le imprese del sistema: le imprese assumeranno una serie di vantaggi competitivi nei confronti del mercato globale, moltiplicando le possibilità di esportare i loro prodotti nel mercato nazionale ed estero; le amministrazioni locali saranno in grado di attrarre nuovi investimenti anche dalle zone del centro-nord dell’Italia, attualmente interessate a queste aree perché oggetto di vantaggiose agevolazioni finanziarie e caratterizzate da un basso tasso di criminalità. 

   

3) Promozione del sistema come sistema di qualità totale

Beneficiari: intero sistema PRUSST Azioni progettuali:

- Promozione su scala nazionale ed internazionale dei prodotti delle imprese certificate

- Promozione e marketing territoriale

Obiettivo: realizzare una forte promozione dell’intero sistema, fino ad arrivare ad un marchio di qualità su scala territoriale attraverso la costituzione di una struttura locale che assicuri il sostegno all’intero sistema del programma “Calidone”.

 L’azione verrà esercitata a favore delle PMI e della Pubblica Amministrazione e della P.A. attraverso una rete di consulenti che dovranno convenzionarsi con il Consorzio.

I fruitori finali avranno una consulenza qualificata che consentirà di conseguire la certificazione di qualità a basso costo.

Il Costo previsto per la realizzazione del Sistema di qualità è di lire 3.500.000.000 mentre per il Sistema informatico territoriale è prevista una spesa di lire 1.500.000.000.

  

 

b) GIS

Il GIS è uno strumento che consente di studiare il territorio trattandolo non come un insieme di parti, oggetti, di frammenti analizzabili isolatamente, ma relazionando le singole entità fra di loro.Strutturalmente il GIS è costituito da un nucleo portante di cartografia numerica ( territorializzazione dei dati ) e da una serie di archivi alfanumerici di descrizione degli oggetti e fenomeni e da un insieme di pacchetti applicativi ( Software) che permettono analisi ed interrogazioni ripetitive standardizzabili oppure libere, i cui risultati vanno ad aggiornare gli archivi centrali con incremento continuo di informazioni . Attraverso il GIS è possibile riunire in un unicum il quadro concettuale delle analisi territoriali : informazioni quantitative di tipo metrico con dati qualitativi , di tipo descrittivo e simbolico , integrando il mondo dell’acquisizione dei dati ( approntamento cartografico e dei dati descrittivi) ed il mondo gestionale( utenti della cartografia ed i decisori) , ed attivando interrogazioni interattive che forniscono all’utente diverse opzioni nello scegliere le sintesi più significativa con uscite diversificate e distribuite delle informazioni.

 

Le azioni di cui sopra si collegano alle altre misure ( 1.1.0, 1.2.0, 1.3.0, 2.1.0, 2.2.0, 2.3.0, 3.1.0, 3.2.0, 3.3.0, ) e per gli interventi ( 1.1.1, 1.1.2, 1.2.1, 1.3.1, 1.3.2, 1.3.3, 1.4.1, 1.4.4, 1.4.5, 2.1.4, 2.1.6, 2.2.1, 2.2.4, 2.3.1, 2.3.2, 2.3.3, 3.1.1, 3.1.2, 3.2.1, 3.3.1,e 3.3.3.)

 

  

Torna su