2.3.0 Misura Servizi Territoriali

 

2.3.3 Intervento protezione civile

 

a) Monitoraggio

   

  

PROPONENTI

 

Comune di Benevento 

 

 

Indice

 

 

 

 

 

 

Scheda protezione civile

      

      

       

STRUTTURA INTEGRATA DI PROTEZIONE CIVILE

 

Il progetto,  ad integrazione e completamento del progetto per il monitoraggio dell’inquinamento atmosferico,  si propone di realizzare una struttura di protezione civile a servizio della popolazione cittadina e dei comuni limitrofi; esso investe sia il campo della prevenzione e previsione degli eventi calamitosi di origine naturale ed antropica,  sia il campo della gestione dell’emergenza stessa.  Nel ritenere che le attività di previsione e prevenzione delle calamità naturali siano il fattore primario nell’ambito delle attività di protezione civile,  con il presente progetto si intende perseguire la finalità di predisporre e mantenere aggiornata la situazione di fatto del territorio rispetto alle varie ipotesi di rischio,  valutandone le probabilità di ricorrenza,  la probabile magnitudo,  l’estensione reale,  i precursori di evento,  in modo da poter indicare correttamente le modalità e le tecniche di intervento più idonee atti a mitigare gli effetti dell’evento calamitoso.  Tale attività verrà esplicata essenzialmente in funzione del rischio sismico e del rischio idrogeologico,  in quanto essi rappresentano,  anche storicamente,  gli eventi calamitosi che più profondamente colpiscono il territorio interessato.  Al fine di ottenere tale risultato,  appare evidente la necessità di disporre - oltre che di una struttura edilizia idonea e tecnicamente attrezzata - di dati puntuali ed aggiornati sul territorio in ordine alle caratteristiche fisiche e di risposta alle sollecitazioni dello stesso,  nonché alle loro variazioni nel tempo.  Obiettivo primario del progetto è,  pertanto,  quello di ovviare alla carenza strutturale di dati scientifici aggiornati e direttamente riferiti al territorio di competenza in ordine ai citati principali fattori di rischio di origine naturale.  Si prevede,  in particolare,  la realizzazione di reti di monitoraggio ambientale,  in analogia alla rete di monitoraggio dell’inquinamento atmosferico (di cui allo specifico progetto) costituite da:

- una rete di rilevazioni dati sismologici (sismografi ed accelerometri) disposti sia sul territorio comunale che provinciale in zone di specifico interesse;

- una rete di rilevazione dati idrografici ed idrodinamici (misuratori di portata,  di trasporto solido,  di velocità della corrente) da ubicare in aree critiche dei due principali corsi d’acqua esistenti nell’area (Fiumi Sabato e Calore);

- una rete di rilevazione dati meteorologici.

Tali reti,  collegate in remoto tramite un sistema informatico automatizzato di gestione ed elaborazione dati,  varranno interfacciate con i sistemi di controllo del Dipartimento della Protezione Civile e dei Servizi Tecnici Nazionali per il necessario scambio di informazioni e per l’attivazione in tempo reale di eventuali emergenze; i dati elaborati dalla unità centrale del sistema verranno resi noti alla cittadinanza a mezzo di monitor,  con segnalazione delle eventuali soglie di attenzione e di allarme; tale sistema potrà,  inoltre,  essere integrato con informazioni aventi carattere di pubblica utilità.

Si prevede,  inoltre,  di realizzare una struttura antisismica in cui allocare sia i sistemi di controllo e gestione delle reti,  sia la Sala Operativa da attivare in caso di emergenza; tale struttura verrà attrezzata con postazioni di controllo,  postazioni operative,  sala radio e telecomunicazioni alternative,  sistemi di energizzazione alternativi (gruppi elettrogeni,  energia solare),  sala stampa,  magazzino mezzi ed attrezzature di emergenza.

L’intero sistema verrà gestito mediante rete informatica e l’utilizzo di specifico software (GIS).

   

Torna su